Marco Melandri: “Non guido come voglio”

6° posizione in gara per Marco Melandri dopo una buona rimonta; risultato che non soddisfa l’italiano, in continua lotta con la sua Yamaha

Il 6° posto di Marco Melandri, tutto sommato, non è così negativo, considerata la partenza dalla 12° casella che certamente non ha aiutato il pilota italiano. Il centauro della Yamaha è stato dunque autore di una buona rimonta che lo ha portato davanti anche al pari marca ufficiale Sam Lowes, ma non sono le posizioni per cui spera di lottare.

Quella con Yamaha sembra al momento una lotta continua, con tanti problemi che attualmente non trovano soluzione: “Non posso guiare come voglio. Non mi sento bene in nessuna area; frenata, uscita, percorrenza.. non posso fare quello che voglio e usare i miei punti di forza. Stiamo provando qualsiasi cosa, a volte arriva qualcosa che migliora la situazione ma non è abbastanza”.

Una delle difficoltà principali è la gestione della moto con gomma nuova: “Non sento bene la gomma e non ho confidenza con la moto. Ci sono tante piccole cose che sommate creano un problema grande. Quando metto la gomma nuova le sensazioni sono negative, il posteriore non mi aiuta a fermare la moto, anzi, mi spinge in avanti. Con il passare dei giri invece la situazione migliora, ma non è abbastanza”.

Non essere in grado di lottare per podi e vittorie non è certo il massimo per un pilota del calibro di Marco: “Fare buoni risultati è difficile, partire consapevole di lottare per il podio e partire consapevole di lottare con se stessi è una storia totalmente differente”.

Il lavoro da parte di Yamaha comunque non manca: “Il team sta lavorando davvero bene e Yamaha ci supporta al meglio. In questo momento io e la moto, però, non ci troviamo”

6