Rea vuole tutto: Pole per lui in Qatar, Sykes quinto.



Una cosa è certa, Jonathan Rea non vuole lasciar nulla al caso in questo week-end, neppur quando si tratta di conquistare solo 2 punti in questo round per confermare il titolo di campione.

Nella prima sessione di Superpole i pfavoriti per l’accesso alla seconda sessione sono senza dubbio i piloti con moto ufficiali, come la Ducati Panigale di Davide Giugliano e la Honda CBR di Van Der Mark, ma ci sono anche le possibili sorprese, come l’Aprilia RSV4 di De Angelis, le BMW S1000RR con Reitenberger e il campione STK1000 Raffaele De Rosa, senza dimenticare il rientrante Leon Haslam con la Kawasaki del team Pedercini. Va tutto secondo le previsioni, con Van Der Mark e Giugliano che si qualificano alla SP2, in particolare l’olandese che riesce a fare con 1:57.550 il miglior tempo del week-end fino a quel momento. Fuori per pochi decimi un comunque ottimo Raffaele De Rosa, che arriva terzo in questa SP1 e aprirà la quinta fila, davanti a Brookes e De Angelis, mentre Reitenberger si piazzerà settimo, ossia 17a piazza per il tedesco e sesta fila in mezzo a Haslam e Abraham. Partirà ventesimo il pilota “di casa” Al Sulaiti, 21o e 22o in griglia gli altri italiani Scassa e Vizziello.

Nella SuperPole2 si aspetta una grande battaglia per l’ultima Pole della stagione, che permetterà di partire in una posizione privilegiata per l’ultimo round a Losail. I piloti sono: Davies, Rea, Forés, Guintoli, Camier, Lowes, Torres, Hayden, Sykes, Savadori, Van Der Mark e Giugliano. Dopo i primi giri è chiaro che Sykes vuole mantenere il soprannome di “Uomo della SuperPole”, ma i soliti noti Rea e Davies vorranno dargli battaglia, mentre troviamo a sorpresa in mezzo ai primi la BMW di Jordi Torres. In difficoltà invece la Panigale di Giugliano, che si ritrova ultimo alla fine del primo assalto al tempo. Nel secondo assalto tutti migliorano tantissimo, con Torres che invece non riesce a migliorarsi e sprofonda in classifica. Vediamo soprattutto un grandissimo Nicky Hayden che stava riuscendo a conquistare la pole, anche davanti a Davies o Sykes. Prima Superpole dell’americano che però sfuma contro un incredibile Jonathan Rea che fa il record della pista e firma la sua seconda Superpole stagionale.

Riepilogando, Pole Position n.8 in carriera per Jonathan Rea a cui basta un 14o posto per chiudere i giochi definitivamente, in prima fila troviamo Hayden e Davies. Seconda fila composta dalla sorpresa Guintoli, dalla delusione Sykes e da Alex Lowes, terza fila per Forés, Savadori e Van Der Mark e quarta fila infine per Torres, Giugliano e Camier.