SBK, Anche Leon Camier OUT, operato Eugene Laverty

La SBK ad Imola perde un altro protagonista dopo Eugene Laverty, che finirà nel pomeriggio sotto i ferri a Barcellona con 5-6 settimane di recupero previste

La fortuna non sorride di certo a Leon Camier, scivolato durante la superpole di sabato mattina ad Imola. Il pilota Honda è finito a terra poco dopo la ripresa delle operazioni, dato che una caduta di Micheal Ruben Rinaldi dovuta a nuovi problemi tecnici dopo essere stato costretto a non disputare le FP3 aveva provocato una bandiera rossa.

L’incidente del centauro italiano ha probabilmente lasciato un po’ di olio in pista e a farne le spese sono stati Sandro Cortese e Leon Camier, con il tedesco della Yamaha decisamente più fortunato rispetto al britannico della Honda, dal momento in cui è riuscito comunque a rientrare i box e disputare la sessione di qualifica in cui è finito 10°.

Camier, invece, è apparso fin da subito quello più dolorante tra i due, ma le condizioni sembravano buone, nonostante non sia più sceso in pista dopo avere assaggiato l’asfalto. Apparenza sbagliata, perché Leon è stato successivamente dichiarato non idoneo per disputare Gara 1 e verrà trasportato all’ospedale di Imola per ulteriori accertamenti.

La Superbike perde così un altro protagonista dopo Eugene Laverty, caduto rovinosamente nella giornata di venerdì nella quale si è fratturato entrambi i polsi; l’irlandese verrà operato questo pomeriggio a Barcellona e i tempi di recupero sono stimati dalle cinque alle sei settimane.

La SBK ad Imola perde un altro protagonista dopo Eugene Laverty, che finirà nel pomeriggio sotto i ferri a Barcellona con 5-6 settimane di recupero previste