SBK: Honda e Ten Kate discordanti sul futuro compagno di squadra di Camier. Si muove il mercato piloti

Honda Motor Europe e Ten Kate non la pensano allo stesso modo su chi dovrebbe affiancare Leon Camier nel 2019. Nuovi progetti e piloti per Althea e SMR

Se Yamaha, Ducati e Kawasaki hanno annunciato con largo anticipo i piani per la prossima stagione, ben diversa è la situazione in casa Red Bull Honda Team, dove regna l’incertezza su chi guiderà la seconda Fireblade accanto al confermato Leon Camier.

Se fino a pochi giorni fa, Tom Sykes era sempre più certo di potersi sedere sulla moto giapponese, adesso la situazione è ben differente. Secondo rumors, parrebbe che ci siano differenti idee tra Honda Motor Europe e Ten Kate per quanto riguarda il pilota inglese, attualmente in forze al team KRT.

Honda Motor Europe ha infatti lavorato nel Campionato del mondo Superbike per oltre dieci anni con Ten Kate ed è inevitabile che una decisione riguardante la line-up non debba passare al cospetto della compagine olandese.

Ben differenti sarebbero le volontà delle due parti, con Honda Motor Europe che spinge per vedere Sykes sulla Fireblade. Eloquenti le parole del team manager Kervin Bos, che in merito a Sykes alla testata tedesca Speedweek.com ha dichiarato: “Penso che ci siano driver più interessanti per il nostro progetto”. No secco anche su un papabile interessamento a Marco Melandri. I nomi più caldi per Red Bull Honda al momento infatti sarebbero quelli di Torres, Savadori, Baz e Fores.

Il team olandese non è l’unico a dover definire i propri piani per il 2019. Situazione ben più complessa è quella di SMR e Althea. Entrambi i team sono i vicini a chiudere con due nuovi costruttori: è quasi fatta tra Muir e BMW, Althea vicina ad un ritorno a Ducati. Occasione però ghiotta per questi due team che hanno davanti a loro una piazza di piloti davvero competitivi. Se SMR sembrerebbe interessata all’accoppiata Reiterberger-Laverty, con il consenso BMW, più variegata è la situazione in casa Althea, dove Melandri potrebbe ritrovare la Panigale. Probabile però la conferma di Baz, molto costante nel corso di questa stagione.

Articolata anche la situazione in casa Triple M, interessata a Dominique Aegerter, ma aperta a pescare tra i piloti appiedati nel caso di raddoppio moto in pista. Confermata la presenza in pista delle due Yamaha GRT, affidate con ogni probabilità al duo Supersport Cortese-Caricasulo. Probabile l’approdo del team Motocorsa, intenzionato a fare il salto con Lorenzo Zanetti. Difficile al momento un ritorno di Suzuki nel mondiale.