SBK Imola Prove 2: Rea ancora leader, insegue Davies. Out Laverty

Anche il secondo turno di prove libere va ad appannaggio del campione del mondo, seguito da Chaz Davies e Tom Sykes. 4° Bautista

Dopo essere stato il dominatore del mattino, Jonathan Rea continua a tenere alta l’asticella e conquista anche il secondo turno di prove libere ad Imola. Il campione del mondo ha fermato il cronometro in 1.46.374, rifilando un decimo e mezzo al primo inseguitore, Chaz Davies.

Chaz è la prima delle Ducati e chiude davanti a Tom Sykes che invece accusa circa quattro decimi di ritardo. Il primo paga molto rispetto al pilota della Kawasaki nel quarto ed ultimo settore, mentre il centauro della BMW soffre nella terza parte del circuito.

Quarto Alvaro Bautista, primo dei piloti oltre l’1.47 e vittima di qualche inciampo durante la sessione, cosa accaduta anche al compagno di squadra. Lo spagnolo è molto veloce nella prima parte del circuito, tanto da accendere più volte caschi rossi, ma come Davies soffre tantissimo l’ultimo settore, come testimonia anche un lungo nell’ultima chicane a pochi minuti dal termine.

Dietro il leader del mondiale c’è Toprak Razgatlioglu, 5° ad appena 38 millesimi dallo spagnolo della Ducati a cui è rimasto in scia per buona parte della sessione nei minuti finali, seguito da Micheal Van Der Mark e Leon Haslam, che è il primo dei piloti oltre il secondo di ritardo.

Chiudono la top 10 i due italiani Lorenzo Zanetti e Micheal Ruben Rinaldi; per il primo risultato tutt’altro che scontato, dal momento in cui disputa questo gran premio da Wild Card.

Chiude 12° Marco Melandri ad un secondo e mezzo dalla vetta, mentre non è neanche sceso in pista Eugene Laverty, dichiarato unfit dopo la caduta del mattino che gli ha provocato una frattura del polso destro e sinistro.