SBK: Marco Melandri correrà nel 2019 con Yamaha GRT. Affiancherà Sandro Cortese

Il ravennate approderà in Yamaha GRT dal 2019. Promosso accanto a lui il campione Supersport Sandro Cortese

Ad Eicma 2018 una novità dopo l’altra per quel che riguarda il Mondiale Superbike. Proprio quest’oggi è stato annunciato il passaggio in Superbike del team Yamaha GRT dal 2019. La squadra di Giansanti farà il salto nel mondiale dopo aver raggiunto importantissimi traguardi in Supersport.

In sella alle R1, saliranno due campioni del mondo: Sandro Cortese e Marco Melandri. Il primo, due volte iridato, in Moto3 nel 2012 e quest’anno in Supersport sarà al debutto in Superbike, ma la voglia di impressionare è tanta. “Vincere il campionato WorldSSP e poi passare in WorldSBK con il team GRT Yamaha è come un sogno che si avvera per me. Sono super felice di far parte di questo nuovo progetto e, anche se è un grande passo, non vedo l’ora di affrontare la sfida. Non vedo l’ora di saltare sulla Yamaha YZF-R1 per la prima volta a Jerez a fine mese per iniziare il processo di familiarizzazione”. Ha dichiarato il tedesco. “La moto sarà più impegnativa fisicamente rispetto alla Yamaha YZF-R6 e, con tre gare ogni fine settimana ho sicuramente bisogno di lavorare sulla mia forma fisica durante l’inverno per essere pronto”.

Si tratterà di un ritorno a Yamaha per Marco Melandri. Il campione 250GP 2001 dopo la rottura (burrascosa) con Ducati, avrà ancora occasione di lottare per il titolo nel 2019, con la casa con cui ha ottenuto il miglior piazzamento nel mondiale: 2° al suo debutto nel 2011.

Soddisfatto ed impaziente per l’avvio delle nuova stagione è anche Filippo Conti, GRT Team Manager che ha aggiunto: “Per noi approdare in Superbike è un sogno che si avvera. Abbiamo iniziato questo progetto nel WorldSSP e ora ci stiamo spostando nel WorldSBK, il che è molto importante per la squadra”.

“Avremo con noi due piloti molto esperti, Melandri che è da sempre uno dei piloti di punta e Cortese che arriva in Superbike dopo aver vinto all’esordio in Supersport. Vogliamo essere competitivi in Superbike come lo siamo stati in Supersport, forse questo non è possibile nella nostra prima stagione, ma sarà il nostro obiettivo per il futuro”.