Superbike Aragon, Gara 2: Bottino pieno per Bautista. Rea ha la meglio su Davies

Bautista fa nove su nove. Rea e Davies sul podio

Alvaro Bautista è davvero troppo lontano per chiunque. La superiorità dello spagnolo è visibile in ogni aspetto ed al momento quello che possiamo fare è costatare l’ennesima vittoria, per la precisione la nona su nove! La vera battaglia si è consumata alle sue spalle, dove Rea, Davies, Haslam e Lowes (così nell’ordine al traguardo) hanno fatto scintille per portarsi a casa un piazzamento a podio.

Ha riscattato in parte l’errore di ieri Eugene Laverty, 6° al tragurdo con la Ducati del team Goeleven, a precedere un brillante Jordi Torres (Pedercini Racing). In top10 c’è spazio anche per Van der Mark, Rinaldi e Cortese, ancora in difficoltà sul passo gara rispetto al giro secco.

Non riesce a svoltare un weekend estremamente negativo Marco Melandri (GRT Yamaha), 11° al tragurdo, a precedere un Tom Sykes piuttosto arrendevole, i piloti del Moriwaki Althea Honda team e uno sconsolato Reiterberger, alle prese con diversi problemi tecnici.

Gara travagliata, terminata con un ritiro per Alessandro Delbianco. Noie tecniche hanno costretto Toprak Razgatlioglu a parcheggiare la ZX-10RR a bordo pista.