Superbike – Davies davanti a tutti a Portimão

Dopo i test svoltisi a Jerez de la Frontera qualche giorno fa, varie squadre del Mondiale Superbike si sono ritrovate all’Autodromo Internacional do Algarve di Portimão per altri due giorni di prove. Il sabato è stato condizionato dalla pioggia caduta la sera prima, che ha costretto i piloti ad aspettare il pomeriggio per poter girare sull’asciutto, ma oggi le cose sono andate meglio e i piloti sono potuti scendere in pista senza problemi dall’inizio alla fine della sessione.

Entrambe le giornate hanno visto al primo posto Chaz Davies, il cui 1’41”813 gli ha permesso di chiudere davanti alla coppia Milwaukee Aprilia formata da Eugene Laverty e Lorenzo Savadori. Il gallese ha migliorato il suo best lap di più di un secondo rispetto a ieri, quando aveva girato in 1’42”954, mentre Laverty e “Sava #32″ hanno limato circa un secondo e mezzo portandosi a due decimi dal pilota della Ducati. Al quarto posto troviamo l’inglese Leon Haslam, che ha sostituito l’infortunato Randy Krummenacher sulla Kawasaki del team Puccetti Racing e ha fatto registrare nella giornata odierna un ottimo 1’42”300 al trentaduesimo dei 45 giri percorsi. A chiudere la top 5 troviamo un altro inglese di nome Leon, ma qui parliamo del pilota MV Agusta Camier, assente a Jerez e autore di ben 134 giri tra ieri e oggi.

I piloti ufficiali Alex Lowes e Michael van der Mark hanno chiuso al sesto e settimo posto rispettivamente in 1’42”533 e 1’42”794, seguiti da Marco Melandri e Shane Byrne. Il cinque volte campione britannico Superbike ha preso parte ai test in sella alla Ducati del team Paul Bird Motorsport e ha ottenuto un miglior tempo in 1’43”664, un secondo più veloce del compagno di squadra Glenn Irwin. “Shakey” ha sfruttato questi test per preparare l’assalto al sesto titolo in carriera nel BSB.

Presenti anche le BMW (con Raffaele de Rosa al posto dell’infortunato Jordi Torres), la coppia Honda Stefan Bradl-Nicky Hayden e Xavi Forés con la Ducati del Barni Racing Team. Oltre a Camier, hanno fatto il loro esordio Leandro Mercado e Riccardo Russo rispettivamente con l’Aprilia del team IodaRacing e la Yamaha del team Guandalini.

  1. Chaz Davies (Ducati) 1:41.813
  2. Eugene Laverty (Aprilia) 1:42.002
  3. Lorenzo Savadori (Aprilia) 1:42.043
  4. Leon Haslam (Kawasaki) 1:42.300
  5. Leon Camier (MV Agusta) 1:42.339
  6. Alex Lowes (Yamaha) 1:42.533
  7. Michael van der Mark (Yamaha) 1:42.794
  8. Marco Melandri (Ducati) 1:43.344
  9. Nicky Hayden (Honda) 1:43.492
  10. Shane Byrne (Ducati) 1:43.664
  11. Stefan Bradl (Honda) 1:43.696
  12. Raffaele de Rosa (BMW) 1:43.708
  13. Xavi Forés (Ducati) 1:43.800
  14. Riccardo Russo (Yamaha) 1:43.925
  15. Leandro Mercado (Aprilia) 1:44.501
  16. Glenn Irwin (Ducati) 1:44.718
  17. Markus Reiterberger (BMW) 1:44.820

Da segnalare l’assenza del team ufficiale Kawasaki (nel frattempo Jonathan Rea è stato premiato Motociclista Irlandese dell’Anno 2016) e la partecipazione di Miguel Oliveira, sceso in pista con una Yamaha R1 in attesa dell’impegno in Moto2 con la KTM del team Ajo Motorsport.

Photo Credit: worldsbk.com