Superbike Donington, Gara 1: Rea apre la festa inglese. Ennesimo zero per Bautista

Vittoria e leadership di campionato per Jonathan Rea. Caduta per Bautista

La pioggia scende incessante su Donington e ritorna il Cannibale. Nelle difficili condizioni tipicamente inglesi, il campione del mondo in carica riesce a conquistare la quinta vittoria stagionale che gli consente anche di soffiare la leadership di campionato ad un Alvaro Bautista, autore della terza caduta in tre gare con una Ducati Panigale V4 R abbastanza in crisi in queste condizioni. Perde il confronto con l’ex compagno di box, ma si rende comunque protagonista di un’ottima gara Tom Sykes, secondo con la BMW, a precedere l’altro inglese Leon Haslam, bravo a commettere poche sbavature dinnanzi al pubblico di casa.

Ripete il quarto posto di Misano Loris Baz, nuovamente miglior pilota indipendente, capace di precedere sul traguardo Alex Lowes e un sorprendente Tati Mercado, abile a sfruttare al meglio gli errori altrui per portare a casa un fantastico sesto posto. In casa BMW si può essere senz’altro felici anche per il settimo posto del britannico Peter Hickman, qui in veste di sostituto di Markus Reiterberger. In top10 c’è spazio anche per: van der Mark, Alessandro Delbianco, autore di una bellissima rimonta e Chaz Davies, beffato proprio dal riminese nelle ultime curve. 12° Michael Rinaldi. Chiude la classifica Marco Melandri, in grande crisi con la sua R1. Da segnalare, oltre a quella di Bautista anche le (brutte) cadute di Jordi Torres e Sandro Cortese.