Superbike – Jonathan Rea svetta nei test di Jerez

Anno nuovo, stesso pilota al primo posto. Dopo aver vinto gli ultimi due mondiali, Jonathan Rea ha svettato anche nei primi test invernali del 2017 ottenendo il miglior tempo sia ieri, sia oggi.

Il nordirlandese ha concluso i test con un miglior tempo di 1’39”809 registrato alla trentaquattresima delle 41 tornate percorse oggi, tre decimi in meno rispetto al tempo di 1’40’162 che gli aveva permesso di chiudere in testa la prima giornata. Dietro di lui, da segnalare il giro di Lorenzo Savadori, che ha portato l’Aprilia del Team Milwaukee in seconda posizione con un ottimo 1’39”920 davanti all’altro pilota ufficiale Kawasaki, Tom Sykes, e alla coppia Ducati formata da Marco Melandri e Chaz Davies. Da segnalare che ieri si erano piazzate davanti a tutti le due Kawasaki e le due Ducati e anche oggi sono rimaste nella prima parte della classifica con la sola intromissione di “Sava #32″, segno che anche in questo precampionato a farla da padrone sono la casa di Akashi e quella di Borgo Panigale. Ottavo tempo (1’40”738) per la terza Ducati in pista, guidata da Xavi Forés e schierata dal Barni Racing Team.

Tornando alla giornata di oggi, troviamo in sesta posizione Nicky Hayden. “The Kentucky Kid” sta prendendo le misure con la nuova versione della Honda CBR1000RR Fireblade e si è migliorato di quasi un secondo e tre decimi rispetto a ieri, così come il suo nuovo compagno di squadra Stefan Bradl, sempre più a suo agio con la sua nuova moto dopo cinque stagioni in MotoGP e in grado di passare dal tempo di 1’42”255 fatto segnare ieri a quello di 1’40”854 di oggi.

Per quanto concerne la Yamaha, Alex Lowes è stato il pilota che ha effettuato più tornate nella giornata odierna (ben 83) e ha ottenuto un miglior tempo di 1’40”600, mentre l’olandese Michael van der Mark ha ottenuto un personal best di 1’41”450.

Per la BMW la giornata è iniziata male con la caduta e l’infortunio (contrattura a una scapola e abrasioni a un gomito) di Jordi Torres, caduto alla curva 3 (la stessa che ha poi tradito Jonathan Rea poco prima delle 14, senza conseguenze per il campione in carica) dopo soli 7 giri. 1’41”578 è il miglior tempo fatto registrare dal team-mate di Torres, il tedesco Markus Reiterberger, miglioratosi di quasi un secondo rispetto alla giornata di ieri.

Da segnalare anche il tempo di 1’41”886 fatto segnare da Eugene Laverty, compagno di squadra di Savadori per quest’anno dopo un paio di stagioni in MotoGP, più lento di 320 millesimi rispetto a Randy Krummenacher, pilota svizzero salito in Superbike dal Mondiale Supersport insieme al team Kawasaki Puccetti Racing. I due sono stati protagonisti, nel pomeriggio, di una caduta alla curva 1 senza conseguenze fisiche per i piloti.

In conclusione, interessanti e non troppo lontani da quelli dei piloti SBK i tempi della coppia Leon Haslam-Luke Mossey. I due piloti inglesi correranno nel British Superbike col team JG Speedfit Kawasaki.

Ecco la classifica di oggi:

  1. Rea (Kawasaki) 1’39″809
  2. Savadori (Aprilia) 1’39″920
  3. Sykes (Kawasaki) 1’40″219
  4. Melandri (Ducati) 1’40″313
  5. Davies (Ducati) 1’40″324
  6. Hayden (Honda) 1’40″548
  7. Lowes (Yamaha) 1’40″800
  8. Fores (Ducati) 1’40″835
  9. Bradl (Honda) 1’40″854
  10. van der Mark (Yamaha) 1’41″450
  11. Krummenacher (Kawasaki) 1’41″566
  12. Reiterberger (BMW) 1’41″578
  13. Laverty (Aprilia) 1’41″896
  14. Haslam (Kawasaki) 1’41″928
  15. Mossey (Kawasaki) 1’42″349
  16. Torres (BMW) 1’42″518

I prossimi test si svolgeranno questo weekend a Portimao, tracciato portoghese che a metà settembre tornerà a ospitare il WorldSBK dopo un anno di assenza dal calendario.