Superbike Phillip Island Test, Day 2: Bautista ancora leader, ma occhio a Sykes

A Phillip Island cala il sipario sui test invernali del WorldSBK: da venerdì si entrerà nel vivo con lo start del weekend di gara. A comandare nella seconda ed ultima giornata di prove è stato Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati)  con un crono di 1’30.303. Lo spagnolo è stato quasi mezzo secondo più veloce del quattro volte campione del mondo Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK), 4° al termine della sessione.

Tra di loro si sono piazzati Tom Sykes (+0.236) velocissimo e consistente con la sua BMW, soprattutto sul passo gara e Leon Haslam, sempre più a suo agio in sella alla ZX-10RR. Soddisfatti i piloti del team GRT Yamaha: Marco Melandri è 5°, con un distacco inferiore a mezzo secondo, 8° Cortese, ma non molto distante a livello cronometrico dal ravennate.

Costanza e velocità per Toprak Razgatlioglu (Turkish Puccetti Racing), autore del sesto crono davanti ad un opaco Michael van der Mark. Non è stata la miglior giornata di Alex Lowes (9°), il cui turno è stato condizionato da una brutta caduta in Curva 1.

Bersagliato da problemi tecnici nella prima giornata, oggi Chaz Davies è riuscito invece a mettere a segno un buon quantitativo di giri, ma manca completamente per lui il feeling con la moto. Il gallese ha fermato il cronometro ad un secondo e mezzo dal compagno di squadra, raccogliendo una deludente quattordicesima posizione.

Ci si aspettava sicuramenete di più dal team Moriwaki Althea Honda, al lavoro per cercare un buon setup di base per essere competitivi sulla pista australiana. Leon Camier è 13°, mentre peggio è andata a Ryuichi Kiyonari che ha chiuso col 15° tempo. Chiudono la classifica le Ducati di Laverty e Rinaldi, seguite da Alessandro Delbianco (Althea Mie Racing Team) e la wildcard Troy Herfoss (Penrite Honda Racing).