Superbike Test Jerez, Day 2: Rea ritrova la vetta. BMW si muove in silenzio

Va in archivio anche la seconda giornata di test a Jerez de la Frontera, ma rimangono pressoché invariati i valori in campo rispetto alla scorsa stagione. A prendere la leadership è infatti nuovamente Jonathan Rea, autore di un crono eccezionale quest’oggi: 1.39’160. L’inglese è il più rapido tra i piloti Superbike, mentre nella classifica generale a comandare è Stefan Bradl, tester Honda HRC.

Si è fermato a poco più due decimi dal pluricampione del mondo, il leader del Day 1 Alex Lowes, apparso molto competitivo in sella alla R1. Terza posizione per Leon Haslam, man mano sempre più veloce con la ZX-10RR del team KRT. Seguono Alvaro Bautista, distanziato di soli 118 millesimi dall’inglese e Toprak Razgatlioglu apparso rivitalizzato dalla competitività del pacchetto della Kawasaki di Puccetti.

Test più che positivi anche per i piloti GRT, con Cortese (+0.923) e Melandri (+1.317), separati da un opaco Michael van der Mark. Chiude la top10 generale Michael Rinaldi, con la Ducati del team Barni. Pochi giri per Chaz Davies, dolorante dopo il brutto volo di ieri.

Prosegue l’apprendistato di Alessandro Delbianco con la Honda della squadra Althea-MIE. BMW sceglie di girare ancora senza trasponder, ma segnando tempi impressionanti, solo una manciata di decimi separa Sykes dall’ex-compagno di squadra. Federico Caricasulo ancora al top per quel che riguarda la 600 Supersport.