Supersport Imola Gara: Krummenacher vince con brivido davanti a Caricasulo, 3° De Rosa!

Gara mozzafiato ad Imola per la Supersport, con Krummenacher che la spunta sul compagno di squadra con il brivido di una bandiera rossa sul finale. De Rosa a podio grazie ad un incidente tra Mahias, Gradinger e Cluzel

Imola è terreno di conquista per il team BARDAHL, che conquista una splendida doppietta al termine di una gara con continui colpi di scena. Randy Krummenacher la spunta sul compagno di squadra Federico Caricasulo all’ultimo giro durante la parte finale del circuito nonostante un brivido finale dovuto ad una bandiera rossa esposta dopo quella a scacchi.

Epilogo sfortunato per il pilota tricolore, che ha dovuto fronteggiare un problema tecnico dalla metà dell’ultimo giro che gli ha impedito di giocarsi fino alla fine la vittoria con il compagno di box, vanificando così la possibilità di replicare il successo di Assen ed accorciare in classifica mondiale.

A provocarla è stata la caduta di Massimo Roccoli, vittima di un highside che lo ha lanciato sull’asfalto e ha indotto i commissari di gara ad esporre la bandiera rossa dopo che i primi cinque piloti avessero tagliato il traguardo. La classifica si è basata a quel punto sull’ultimo settore in cui ogni pilota ha fatto registrare un tempo, rendendo di conseguenza valida la vittoria dello svizzero davanti al compagno di squadra.

Un finale davvero disastroso per il pilota Wild Card del team Rosso Corsa che fino a poche curve dal termine non aveva assolutamente sfigurato; la partenza del centauro italiano era stata infatti ottima e si era portato subito in 4° posizione, anche se poi aveva dovuto cominciare a cederne un po’ ai suoi rivali. Nelle ultime battute si trovava in lotta con Okubo e Badovini, involandosi in ogni caso verso un’ottima top ten.

Raffaele De Rosa ottiene un ottimo podio grazie anche ad un po’ di fortuna, sfruttando un errore di Lucas Mahias, che a metà gara tampona Jules Cluzel in uscita dall’ultima variante e cade di conseguenza, rovinando sia la propria che la gara del francese, ma anche quella di Gradinger, che impatta sulla moto del pilota di Puccetti e finisce anch’esso a terra. Sorte diversa per Jules, poiché nonostante il contatto riesce a rimanere in piedi, perdendo tuttavia molto tempo.

A ringraziare è dunque il pilota di MV Augusta che ottiene così il secondo podio stagionale dopo quello di Aragon e riesce così ad ottenere un buon risultato nel gran premio di casa. Dietro di lui troviamo la prima Kawasaki del team Puccetti, quella di Okubo, che a pochi giri dal termine ha avuto la meglio su Massimo Roccoli, a sua volta superato anche da Ayrton Badovini nelle tornate conclusive.

Dietro Artyon ci sono Isaac Vinales e Jules Cluzel, che riesce comunque ad ottenere punti importanti nonostante l’incidente; stessa cosa per Mahias, che dopo la caduta è rientrato in pista ed è riuscito a terminare in ottava posizione.

Termina a punti anche Federico Fuligni, 14° davanti a Maria Herrera, mentre è stata molto più complicata la gara dell’altra Wild Card in pista, Luca Ottaviani, che chiude in 18° posizione.