Supersport e Superstock 1000 – Khairuddin e Rinaldi davanti a tutti

Non solo Superbike: anche alcune squadre di Supersport e Superstock 1000 erano presenti a Jerez per i primi test del 2017.

 

SUPERSPORT

Presenti Kyle Ryde in qualità di unico rappresentante del team Puccetti Racing (orfano dell’infortunato Kenan Sofuoglu e dell’assente Michael Canducci), il trio del team PTR Honda (Jules Cluzel, Hikari Okubo e Robin Mulhauser) e la coppia del team Orelac Racing VerdNatura formata da Zulfahmi Khairuddin e Nacho Calero Pérez.

In entrambe le giornate il più veloce è stato Khairuddin, pilota con un passato nel Motomondiale capace di stampare il tempo di 1’45”658 martedì per poi migliorare ulteriormente ieri (1’44”410). “Fahmi” ha rifilato quasi sette decimi al francese Cluzel (1’45”199), alla sua prima presa di contatto con una Honda dopo tre anni con MV Agusta, e un secondo esatto allo svizzero ex-Moto2 Mulhauser (1’45”410). Calero, Ryde e Okubo chiudono la classifica racchiusi in pochi decimi. Ecco i tempi:

  1. Khairuddin (Kawasaki) 1’44”410
  2. Cluzel (Honda) 1’45”199
  3. Mulhauser (Honda) 1’45”410
  4. Calero (Kawasaki) 1’45”507
  5. Ryde (Kawasaki) 1’45″625
  6. Okubo (Honda) 1’45″852

In pista c’erano anche Federico Caricasulo e Lucas Mahias con le Yamaha R6 del team GRT Racing di Mirko Giansanti, di cui però non si hanno riferimenti cronometrici in quanto hanno entrambi girato senza transponder.

SUPERSTOCK 1000

I team BMW Althea Racing e Ducati Aruba.it hanno schierato al via dei test anche i propri piloti della Superstock 1000. Per il team di Genesio Bevilacqua erano presenti Marco Faccani e Julian Puffe (quest’ultimo schierato dal team Althea MF84, “succursale” affidata a Michel Fabrizio), mentre per lo Junior Team della squadra ufficiale Ducati sono scesi in pista Michael Ruben Rinaldi e l’australiano Mike Jones, oltre al collaudatore Alessandro Valia.

Se nella giornata di martedì il più veloce era stato Faccani con un tempo di 1’43”769, ieri a battere tutti è stato Rinaldi con un best lap in 1’43”343. A seguire quest’ultimo, in entrambe le giornate, ecco Mike Jones. Il pupillo di Troy Bayliss ha migliorato il suo tempo di quasi sei decimi nella seconda giornata (da 1’44”211 a 1’43”670) arrivando a precedere il collaudatore Ducati Alessandro Valia, Faccani e Puffe. Ecco la classifica combinata dei tempi:

  1. Rinaldi (Ducati) 1’43”343
  2. Jones (Ducati) 1’43”670
  3. Faccani (BMW) 1’43”769
  4. Valia (Ducati) 1’45”261
  5. Puffe (BMW) 1’46”176

 

Nella foto: Zulfahmi Khairuddin in attesa di entrare in pista. Ph. Orelac Racing Team