Fusione tra il WTCC e la TCR per il 2018?

Potrebbe aprirsi una svolta epocale per i campionati auto da turismo. Cresce sempre di più infatti l’ipotesi di una fusione tra i 2 maggiori campionati, il WTCC e il TCR. Il primo con una lunga storia alle spalle ma che sta attraversando un periodo difficile economicamente, l’altro attivo da soli 3 anni ma già in grado di catturare sponsor, media e case automobilistiche. Ciò dovrebbe fare parte di un progetto denonimato WTCR, un campionato che unirebbe le regole e i costi del TCR insieme ai team e alle squadre della WTCC.

Ciò nasce dalla necessità del campionato mondiale di riprendere appeal. Nonostante le loro vetture siano le più veloci tra le auto da turismo, i costi esorbitanti che ne richiedono per la costruzione ha fatto si che solo Honda e Volvo schierino team ufficiali (Citroen e Lada Sport sono rimasti con team privati). D’altro canto, la serie di Marcello Lotti ha riscosso grande successo proprio per la sua formula ‘low-cost’, basata sulla Customer Racing e sulla volontà di tornare alle origini dell’automobilismo.

Grazie a questi principi e a una vasta gamma di campionati nazionali che fanno da supporto per la International Series, la TCR si è vista entrare tanti costruttori nel corso di questi anni. Essi sono Seat, Volkswagen, Honda, Opel, Peugeot, Alfa Romeo, Audi, Kia, Subaru, Hyundai, Ford e Renault che scenderà in pista dalla prossima stagione (anche la Fiat pare prossima all’approdo). La ‘fusione’ potrebbe avvenire già dal 2018. Voi come la vedreste?