TCR Buriram – Vittoria da favola di Aurélien Panis in Gara 2

La seconda gara della TCR International Series a Buriram ha riservato meno emozioni del previsto e alla fine la vittoria è andata a chi partiva dalla pole. Aurélien Panis ha infatti approfittato della partenza al palo in virtù del decimo posto ottenuto in qualifica (ricordiamo che per la griglia di Gara 2 vengono invertite le prime dieci posizioni della qualifica) ed è andato a ottenere una bellissima vittoria che rilancia la sua stagione dopo le tante difficoltà incontrate finora nel WTCC e nelle gare della TCR a cui aveva preso parte precedentemente.

Il figlio dell’ex-pilota di Formula 1 Olivier Panis ha così conquistato quella che si può definire una vittoria inaspettata che sa di favola e di rinascita e anche il secondo posto ottenuto alle sue spalle da Giacomo Altoè sa di favola. Il giovanissimo pilota pordenonese aveva lasciato la Volkswagen del team West Coast Racing alla vigilia del round thailandese e all’ultimo momento ha trovato posto nel team M1RA grazie al titolare Norbert Michelisz, che gli ha affidato una terza Honda Civic per le due gare di Buriram. Dopo prestazioni convincenti in prova e in Gara 1, in Gara 2 Altoè ha conquistato il suo primo podio stagionale con una gara senza errori alle spalle di Panis e la speranza è che la collaborazione col team M1RA vada avanti anche per le ultime due gare dell’anno, in programma a Zhejiang e Abu Dhabi.

Dietro ai giovani Panis e Altoè il podio è stato completato dal campione in carica Stefano Comini, terzo con la Audi del team Comtoyou Racing dopo essere scattato dalla prima fila, mentre chiudendo al quarto posto Attila Tassi si è ripreso la leadership del campionato a scapito di Jean-Karl Vernay, quinto. Il pilota francese del team Leopard Racing ha occupato a lungo la sesta posizione alle spalle del vincitore di Gara 1 Norbert Michelisz, ma il pilota ungherese è stato poi costretto al ritiro all’ultimo giro a causa di un problema tecnico.

Da segnalare la foratura (sempre all’anteriore sinistra) che ha costretto al ritiro Davit Kajaia mentre occupava la top 10, così come la mancata partecipazione a Gara 2 di Pepe Oriola. Fuori dalla zona punti Gianni Morbidelli, in difficoltà anche a causa dei 30 kg di zavorra “vinti” per la regola del Success Ballast dopo il trionfale weekend di Oschersleben (pole e vittoria di entrambe le gare).

In campionato Tassi è nuovamente leader dopo le gare di Buriram a quota 179 punti e precede Jean-Karl Vernay (177) e Stefano Comini (165). Rimane in quarta posizione e ha ancora qualche chance di giocarsi il titolo Roberto Colciago, assente in Thailandia per l’infortunio rimediato a Oschersleben e fermo a quota 145 punti.