La Ginetta svela la G60-LT-P1, la sua arma per la LMP1

Tra le new-entry della classe LMP1 per il WEC c’è la Ginetta. In occasione dell’Autosport International, il costruttore inglese ha svelato al mondo la G60-LT-P1, la macchina che parteciperà dalla prossima stagione nel mondiale endurance. Il motore V6 della Mecachrome è un 3,4 litri in grado di erogare 650 cavalli, con una velocità di punta di circa 360 km/h. La G60-LT-P1 è stata prodotta in 10 esemplari, di cui 3 già consegnati alla Manor, team che userà proprio il telaio Ginetta per partecipare alla Superseason WEC. Ci sono anche 3 ulteriori ordini da un’altra squadra, al momento ancora sconosciuta.

“E’ la vettura più avanzata nella storia della nostra azienda.” – ha commentato il proprietario Lawrence Tomlinson“Questa vettura ha già un forte interesse. Vogliamo fare 10 telai, sperando di poterne schierare 6, quindi due squadre da tre. Dal punto di vista tecnico, noi speriamo che la macchina sia valida per i prossimi 4 anni. Per quanto riguarda le prestazioni, invece, abbiamo costruito la vettura per essere competitivi come la Toyota, che ha fatto 3:14 a Le Mans. L’obiettivo? La vittoria sia nel WEC che nella Le Mans.”

Dopo l’abbandono della Porsche, la Toyota è rimasta l’unica casa ufficiale presente nella LMP1, oltre che l’unica con motorizzazione ibrida. L’ACO e il WEC sono quindi venuti incontro ai costruttori privati per ripopolare una categoria che in questi ultimi anni è stata dominata dalle vetture ibride e dalla case ufficiali. Oltre alla Ginetta, ci saranno anche ByKolles, BR Engineering (Dallara) e la Oreca. Quest’ultima dovrebbe tornare nella LMP1 grazie alla Rebellion.