Le Mans – Ora 20: Alonso e Toyota vedono la vittoria, caos e problemi in LMP2!

Si sta avverando sempre di più la volta buona per la Toyota per vincere la 24 ore di Le Mans. A 4 ore dalla fine le due TS050 Hybrid continuano a dominare la gara con la #8 di Alonso, Buemi e Nakajima che continua a condurre sulla #7 di Kobayashi, Conway e Lopez. Dietro le due Rebellion fanno gara tra di loro per il terzo posto, occupato momentaneamente dalla LMP1 #1 di Lotterer, Senna e Jani.

Queste ore sono state molto ‘lente’ per via di diversi problemi: primo di tutti uno alla curva 8 Teatre Rouge in cui c’erano bisogni di lavori in termini di sicurezza. Ergo, safety car in pista. Poi c’è n’è stata un altra successivamente in seguito al tremendo incidente alle curve Porsche della Ligier #22 della United Autosports. Alla guida c’era Paul Di Resta ed egli è uscito indenne dall’auto distrutta.

Sempre in tema LMP2, la Panis Barthez Competition perde l’occasione quasi unica di andare a podio. La Ligier #23 del team è infatti ai box dove stanno perdendo tantissimo tempo per un problema meccanico. Guai anche per (indovinate) la nostra Villorba Corse. Dopo che Sernagiotto è andato a muro alla Indianapolis, il team ha perso tanto tempo per riparare il fondo della Dallara #47, attualmente in 15a posizione della classe.

Quindi in questa classe è sempre la G-Drive #26 a condurre con Vergne, Pizzitola e Rusinov. Così come in GTE Pro comanda sempre le Porsche con la #92 di Christensen, Estre e Vanthoor in prima posizione. Tuttavia al secondo posto c’è la Ford GT #68 che è riuscita a passare la RSR #91. La Ferrari, rimasta fregata dai tanti episodi, è solo settima con la 488 #51 con Calado, Pier Guidi e Serra.

In GTE Am è sempre la Porsche #77 della Dempsey-Proton a comandare la gara, mentre la #88 di Cairoli, Roda e Al Qubaisi è ritirata dopo un incidente alla chicane Ford (guidava Matteo). A questo punto la lotta diventa per il podio di classe tra le due Ferrari della Keating Motorsports e della Spirit Of Race. Attualmente abbiamo 12 ritirati tra cui la DragonSpeed LMP1 e la BMW M8 #82.

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)