WEC, 6 ore Silverstone: squalificate le Toyota, la vittoria va alla Rebellion #3!

Clamoroso colpo di scena nel post gara di Silverstone. Le due Toyota TS050 Hybrid, che avevano dominato il terzo round del WEC con una doppietta, sono state infatti escluse dalla classifica finale. Una squalifica incredibile che arriva a causa dello skid pod (pattina sottoscocca) con una flessione non regolare su entrambe le vetture. I vertici del team nipponico hanno dato la colpa ai nuovi cordoli della pista, ma ciò non ha convinto la Race Direction.

Questo vuol dire che è la Rebellion #3 a vincere la gara con Laurent, Beche e Menees! Il team svizzero sponsorizzato TVR diventa così il primo privato a vincere una gara del mondiale endurance da quando è stato creato (2012). E c’è pure la doppietta con la vettura #1 di Lotterer e Jani in seconda posizione, mentre a chiudere il podio c’è la SMP Racing #17 di Sarrazin, Isaakjan e Orudzhev.

Ma non finisce qui. Non supera i controlli post-gara neanche la Porsche #91 seconda nella GTE Pro con Gianmaria Bruni e Lietz. Stavolta è stata l’altezza dal suolo a far scattare la squalifica, con 48 millimetri contro i 50 limite. Ciò favorisce l’altra Porsche, la #92 dei leader del campionato Christensen/Estre, salita in terza posizione. Ne approffita anche la Ford #67, passando in seconda posizione dietro alla Ferrari #51 vincitrice.