WEC, 6H Shanghai: Toyota di nuovo in Pole con la #7, 2° Alonso

La TS050 continua a monopolizzare la prima fila, disastro Ferrari in GTE Pro

Ancora una volta è una prima fila tutta Toyota nel WEC. La TS050 Hybrid #7 di Kamui Kobayashi, Mike Conway e José Maria Lopez (ai box) guadagna la Pole Position di Shanghai con un miglior tempo medio di 1:42.931. La vettura #8 di Fernando Alonso, Sébastien Buemi e Kazuki Nakajima è seconda dietro di 228 millesimi. Per le LMP1 private sorprende la Rebellion e in particolare Andre Lotterer. Il tedesco ex Porsche è sceso in pista come secondo pilota ed è stato più veloce persino delle due Toyota, portando la sua Rebellion #1 (con Jani e Senna) a soli 287 millesimi dalla Pole.

Indietro invece normale amministrazione. SMP Racing si prende la seconda fila con la vettura #17 che si piazza davanti all’altra Rebellion #3. DragonSpeed #10 in sesta posizione, a seguire troviamo la SMP Racing #11 di Jenson Button e la ByKolles #4 fanalino di coda. In LMP2, è Pole Position per i padroni di casa della Jackie Chan DG Racing. Le due Oreca #38 e #37 fanno il vuoto e consentono al team cinese in collaborazione con Joda Sport di conquistare la prima fila. 3° posto per la #31 della DragonSpeed con Pastor Maldonado, segue l’Alpine #36 in quarta posizione.

In GTE Pro, la battaglia viene vinta da Ford che mette la vettura #66 in Pole con il tempo medio di 1:58.627. La GT di Mucke e Pla riesce ad avere la meglio sulla BMW #81 di Catsburg e Tomczyk, sulla Aston Martin #97 di Lynn e Martin e sulla Porsche #92 di Christensen ed Estre. Giornata nera invece per le due Ferrari AF Corse che non fanno meglio del nono e del decimo posto, con la 488 #51 di Pier Guidi e Calado davanti alla #71 di Rigon e Bird e alla Corvette Redline. In GTE Am, Pole alla Aston Martin #98 di Lauda, Lamy e Dalla Lana con 2:00.880. A seguire la Porsche #77 della Dempsey-Proton, poi la Ferrari #54 Spirit of Race con Fisichella e Castellacci.