WEC, anche Lamborghini interessata alla Hypercar?

La casa italiana guarda con interesse anche alla classe DPi 2.0 dell’IMSA

La nuova classe Hypercar del WEC sta sicuramente trovando riscontri tra le case automobilistiche. Toyota e Aston Martin si sono già chiamate dentro insieme alla privata Glickenhaus, ed altri costruttori potrebbero fare dei passi in avanti per il mondiale endurance del 2020/21. In questi ultimi giorni è spuntato anche il nome della Lamborghini, che dopo i successi nella classe GT3 potrebbe entrare nel mondo dei prototipi.

Nella presentazione del nuovo impianto di verniciatura per la Urus, il CEO della Lamborghini Stefano Domenicali ha confermato l’interessamento della casa del toro per la futura classe regina del WEC. “Si, ci stiamo pensando, ma ci sono altri fattori da considerare. Per esempio il regolamento non è ancora stato congelato, sopratutto sui meccanismi di compensanzione tra i vari tipi di motore che verrano utilizzati. Poi vorremmo anche avere un ritorno economico dal nostro investimento”.

Oltre al WEC, la Lamborghini guarda anche oltreoceano. Per i prototipi, infatti, la casa italiana potrebbe puntare anche sulla classe DPi 2.0 dell’IMSA, che debutterà nel 2022. “Questa piattaforma sta lavorando davvero bene con un regolamento solido e una buona esposizione.”, commenta il boss della Squadra Corse Giorgio Sanna su sportscar365.

“La nuova classe DPi è un qualcosa che accadrà tra due anni, per noi sarebbe un ottimo periodo per consolidare le piattaforme che abbiamo nel Super Trofeo nella GT3. Ma allo stesso tempo, è il giusto momento per prepararci ai prossimi anni ad un impegno in una categoria top-level. Oggi la Lamborghini è impegnata nei suoi programmi clienti, quindi non stiamo guardando ad un impegno factory come nella LMP1. Nella DPi sarebbe possibile fare un programma clienti, come ha fatto ad esempio la Cadillac”.


About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)