Preview WRC: Tutto quello che c’è da sapere sul 67° Rally di Finlandia

In un mondiale così combattuto e con 4 marchi su 4 vincitori, ogni gara può regalare sempre nuove emozioni. Se poi si corre in uno dei posti più storici e belli nel mondo dei rally, le emozioni raddoppiano se non oltre! Il 67° Rally di Finlandia è la nona prova su 13 del mondiale ed è da sempre uno degli appuntamenti più attesi da piloti e fan, soprattutto per quelli scandinavi.

Nata nel 1951 con il nome di “Rally dei Mille Laghi” ed entrata nel WRC nel 1973, sono pochissimi gli eventi che possono tenere testa al “Neste Oil Rally Finland”. Questo evento su sterrato è uno dei più veloci ed emozionanti del calendario, con velocità media tra le più alte della stagione, lunghi salti e tanti sali-scendi. Il tutto senza dimenticare lo splendido sfondo delle foreste di Jyvaskila, una cittadina nel centro del paese nordico.

La prova speciale più famosa di queste parti è sicuramente l’Ouninpojha. Questo stage lungo 24,38 chilometri è una delle speciali più prestigiosi dell’intero mondiale e non è difficile trovarne i motivi. Questa prova così veloce e piena di salti (il più lungo viaggia in aria per 57 metri ad oltre 170 chilometri orari). Nel 2005/2006 venne divisa in 2 punti per via delle velocità troppo elevate (superato il limite di 130 imposto dalla FIA) per poi ritornare unita nel 2007. Nonostante queste continue modifiche, l’Ouninpojha rimane sempre il gioiello del Rally finlandese.

L’albo d’oro parla principalmente scandinavo: Solamente in 8 edizioni sulle 66 sin qui disputate abbiamo visto un pilota non finnico-svedese vincere il Rally. Jari-Matti Latvala è il pilota in attività che ha vinto di più nel suo rally di casa: 3 vittorie (2010-2014-2015) che lo mettono come uno dei favoriti, 2 in più dei suoi rivali Sebastién Ogier e Kris Meeke che hanno vinto rispettivamente nel 2013 e nel 2016. Atteso il ritorno di quest’ultimo sulla Citroen C3 WRC Plus dopo l’assenza in Polonia. Riuscirà il nordirlandese, già vincitore in Messico, a mantenere la calma e a tornare quantomeno sul podio?

Sui link che vi lasceremo potete trovare il programma completo e l’elenco iscritti all’appuntamento finlandese del WRC. Parlando di quest’ultimo, oltre al ritorno di Meeke c’è da sottolineare la sostituzione di Stephane Lefebvre con Khalid Al Qassimi in casa Citroen, mentre nelle altre case è tutto confermato con Mads Ostberg e Teemu Suninen che gareggieranno con delle Ford Fiesta WRC private. 3 gli italiani al via con Fabio Andolfi (Hyundai R5) e Umberto Scandola (Skoda R5) nella WRC2. Ricordiamo la situazione in classifica: Ogier guida il mondiale con 160 punti, Neuville insegue a 149. Più staccati invece Latvala(112) e Tanak(108).