Rally Finlandia: Lappi e Latvala conducono dopo la prima giornata, OUT Ogier e Paddon

Il 67° Rally di Finlandia si apre con tanti botti e tante sorprese. Più di tutti è il fatto che alla prima giornata troviamo l 2 Toyota Yaris di Esapekka Lappi e Jari-Matti Latvala. A sorprendere in particolar modo è il rookie che al suo primo rally di casa ha chiuso la prima giornata al comando con una perfomance veloce e costante, tant’è che ha vinto 8 delle 13 speciali sin qui disputate. Per quanto riguarda il secondo, invece, nonostante abbia vinto solo nella SS3 Urria 1 è stato determinante la sua incredibile costanza che gli permette di subire solo 4.4 secondi di ritardo dal collega Lappi.

Da registrare in questo venerdì anche i ritiri di Hayden Paddon ma soprattutto del leader del mondiale Sébastien Ogier. Il francese della M-Sport è andato violentemente a sbattere nella SS4, danneggiando irremidiabilmente la sua Ford Fiesta e eliminandosi dalla lotta per le prime 10 posizioni. Anche per quanto riguarda il neozelandese della Hyundai è stato fatale un botto (sempre nello stesso stage) in cui ha rotto la sospensione posteriore destra. Problemi anche per Ott Tanak che ha forato sempre alla SS4. A differenza dei primi 2 riesce a continuare il rally, perdendo però 1 minuto.

Abbiamo un altro finlandese nella Top 3 ed è Teemu Suninen che con 19 secondi di gap si conferma ad alti livelli, poi abbiamo il primo ‘non-scandinavo’ in quarta posizione, ossia l’irlandese della Citroen Craig Breen a 33 secondi. In quinta posizione abbiamo Juho Hanninen come il quarto finlandese nella Top 5, a seguire il norvegese Mads Ostberg e il britannico Elfyn Evans. Partenza in sordina per Thierry Neuville e Kris Meeke che chiudono la prima giornata al 8° e 9° posto rispettivamente a 58 e 67 secondi dal leader. L’estone Ott Tanak chiude la Top 10 dopo aver rimontato sullo spagnolo Dani Sordo, in difficoltà sullo sterrato finlandese.

Finlandia al comando anche nella WRC2 con Huttunen (Printsport) al 12° posto complessivo con 56 secondi di vantaggio sul francese Quentin Gilbert. Non male i nostri italiani: Fabio Andolfi è virtualmente sul podio di categoria in terza posizione (15° complessivo), poi abbiamo Umberto Scandola al 21° e Simone Tempestini al 23° posto complessivo. In testa nella WRC3/JWRC c’è il francese Nicolas Ciamin al 31° posto complessivo.