WRC, Loeb lascia Paddon senza un sedile

La Hyundai vuole a tutti i costi il titolo mondiale WRC e per farlo ha ingaggiato Sébastien Loeb per 6 rally nel 2019 (link). La notizia, accolta con grande consenso dai fan del Cannibale e della casa coreana, nasconde però la faccia oscura della medaglia. Questa ha il nome di Hayden Paddon: il Kiwi, dopo diversi anni con la Hyundai, si è ritrovato appiedato per dare spazio al 9 volte campione del mondo rally.

Il vincitore del Rally Argentina 2016 aveva riposto tutte le sue speranze di restare nel WRC nella Hyundai, dato il loro lungo rapporto. Ma con l’arrivo di Loeb questa porta gli è stata sbattuta in faccia. Il Kiwi ha anche smentito possibili trattative tra lui e la casa coreana e anzi, va fino in fondo alla questione: “Non siamo riusciti a trovare un accordo che potesse soddisfare entrambi.”, ha dichiarato Paddon.

“Ho sempre detto che Hyundai era il mio unico obiettivo per la prossima stagione, e dopo la firma di Loeb, tutto è precipitato. Siamo stati informati del suo ingaggio ieri e in seguito ci hanno offerto un solo rally, offerta che non abbiamo preso in considerazione. Ovviamente siamo molto delusi, il team ci ha fatto promesse che poi non si sono realizzate.”

“Allo stesso tempo però capiamo che é la realtà dello sport professionistico, possiamo essere orgogliosi di ciò che abbiamo raggiunto e possiamo sempre tenere la testa alta per quanto fatto. Tutti dicevano che era impossibile per un Kiwi essere nel WRC, e invece abbiamo anche vinto un rally e raggiunto ben otto podi. Certo, forse potevamo ottenere di più, ma non puoi passare la vita a riflettere sui ‘se’.”

Hayden Paddon è il secondo nome certo di non partecipare al WRC 2019. Insieme al neo zelandese è fuori anche Mads Ostberg (link), appiedato da Citroen dopo l’ingaggio di Ogier e la perdita dello sponsor Abu Dhabi (no terza vettura). Nel frattempo, alcuni slot della griglia 2019 sono ancora da definire, come quelli della M-Sport Ford che nel 2019 schiererà solo due Fiesta. Questi due piloti meritavano un’altra opportunità nel mondiale rally?

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)