WRC, Ogier in Citroen: “Partiamo svantaggiati, ma sarà una motivazione per me”

Una nuova sfida attende Sébastien Ogier per il 2019. Il 6 volte campione WRC tornerà con Citroen dopo aver conquistato titoli per Volkswagen e M-Sport Ford, e sarà chiamato al compito non facile di rendere la C3 competitiva come le sue concorrenti.  Per la casa francese infatti è un periodo difficile: ultimo nel costruttori per il secondo anno di fila, il team di Sartory schiererà solo due macchine nel 2019, causa la perdita dello sponsor Abu Dhabi Racing. Così Ogier, affiancato dal finlandese Esapekka Lappi, dovrà guidare la Citroen nella sua ricostruzione.

Il transalpino ha già cominciato il suo lavoro nei giorni scorsi, effettuando con Lappi un test sulle Alpi francesi in vista del Rally Montecarlo. In quei giorni, la Citroen ha avuto anche modo di provare una nuova configurazione aerodinamica nella due giorni di test. “Abbiamo del lavoro da fare.”, il commento di Ogier. “E’ normale che quando cambi macchina senti sempre delle differenze positive e negative. La macchina ha mostrato grandi prestazioni in alcune condizioni: l’obiettivo è quello di renderla competitiva in più condizioni differenti.”

Seb sarà chiamato ancora una volta a difendere il suo titolo. Mai come ora, però, il trono di Ogier vacilla non solo per la situazione della Citroen, ma anche per quella dei suoi avversari, più di tutti Hyundai e Toyota. “Io sono l’unico dei piloti che ha cambiato team, mentre gli altri sono rimasti dov’erano. Questo darà loro il vantaggio di essere perfettamente pronti per l’inizio di stagione. Mi aspetto di non essere al 100% con la vettura e che farò fatica all’inizio, ma questa è un’ulteriore motivazione per me.”

About the Author

Andrea Mattavelli
Nato a Gallarate (Varese), classe 1995, appassionato di corse e del motorsport dall'epoca Schumacher-Ferrari. Cresciuto con la Formula 1, ora appassionato di tutte le varie categorie dell'automobilismo (inclusa la Formula E) ;)