WRC, Rally Turchia: Tanak concede il tris e porta Toyota in testa nel costruttori!

L'estone conquista in Turchia la 3a vittoria di fila, Toyota sorpassa Hyundai (3° Paddon) e diventa leader del mondiale costruttori.

Avevano cominciato il week-end con il motore vecchio e con l’obiettivo di limitare i danni. Incredibilmente, la Toyota chiude il Rally Turchia con un’incredibile doppietta molto importante per il campionato. Al primo posto c’è un Ott Tanak che conquista la sua terza vittoria consecutiva dopo essersi affermato in Finlandia e Germania. Un’ottima prova da parte dell’estone che è riuscito a portare una macchina ‘inguidabile’ fino al gradino più alto del podio.

Ciò è dovuto anche e sopratutto ai molti ritiri avvenuti in questo Rally Turchia, con Neuville e Ogier in primo piano. Ma non si può togliere nulla allo straordinario lavoro dell’estone e all’altrettante strabiliante momento di forma della Yaris che arriva anche seconda con Jari-Matti Latvala. Questo 1-2 consente non solo a Tanak di scavalcare Ogier per il 2° posto nel mondiale piloti, ma anche di dare la leadership nel costruttori alla casa nipponica (284 contro i 279 della Hyundai).

Alla casa sudcoreana non è bastato il podio di un buon Hayden Paddon, 3° al traguardo, per tenersi la testa nel mondiale costruttori. La Hyundai, che ha Neuville vincitore della Power Stage ma fuori dai punti, ha comunque la soddisfazione di aver battuto la Ford M-Sport, quarta con Teemu Suninen e decima con Seb Ogier (2° nella PS). Segue al 5° posto Andreas Mikkelsen, poi Henning Solberg con la prima R5 ma non iscritta alla WRC2.

A vincere in questa classe è Jan Kopecky, 7° in assoluto con la sua Skoda. Sul podio salgono l’italo-rumeno Simone Tempestini su Citroen e il britannico Chris Ingram. La casa francese chiude a secco di punti nella WRC, con Ostberg e Brenn ritirati e il solo Al Qassimi 15°. Nella WRC3/JWRC c’è la vittoria dello svedese Emil Bergkvist, 17° in assoluto e seguito dal connazionale Dennis Radstrom.